Il gran giorno

Mele e appunti
apple-notebook-invitation-14102008.png

Questo potrebbe essere l’ultimo articolo di Autoritratto con mele scritto con il fido, glorioso, ecc., PowerBook G4 nella sua postazione principale. Oggi, finalmente, faccio la mia personale transizione ai processori Intel. Arriva il terzo Mac ‘importante’ della mia storia da cliente Apple, dopo l’iMac G3 nel 1999 e appunto il PowerBook G4 nel 2004. Nei prossimi giorni condividerò in questa sede le mie impressioni, anche se immagino già che da un punto di vista prestazionale sarà come impostare la velocità warp sull’astronave Enterprise.

The Author

Writer. Translator. Mac consultant. Enthusiast photographer. • If you like what I write, please consider supporting my writing by purchasing my short stories, Minigrooves or by making a donation. Thank you!

7 Comments

  1. arranger1044 says

    Pensavo ce l’avessi con Michael Jackson : D

  2. Giovanni says

    Facci sapere.
    Anch’io sono molto tentato di passare ad INTEL, ma ho ricevuto un aut aut dalla dolce metà, prima che entri un altro Mac in casa ne devono uscire almeno due :-((, razionalmente ha tutte le ragioni, ma … Beh non trovo ragioni razionali, da opporrle, e in più il PB G4 che ha perso un banco di memoria funziona ancora (atto scaramantico) e quindi le ragioni per avere anche un INTEL mi mancano. Si accettano suggerimenti :-))

  3. Paolo says

    ecco le motivazioni da dare alla tua donna:

    o entra un intel o esce lei.

  4. Appena portato a casa un MBP da 15″… il passaggio non è epocale come il tuo (vengo da un MB bianco fine 2006), ma se ripenso al mio primo iBook e poi metto le mani su questo… slurp!
    MS

  5. Roberto says

    Congratulazioni per il tuo nuovo “pupo” Riccardo! :)

    Leggo che hai utilizzato “Assistente Migrazione” per trasferire i tuoi dati al nuovo MBP, una domanda: hai collegato i due computer tramite firewire? Ma il Powerbook non ha una fw a 400mps? C’è quindi la possibilità di collegare insieme una fw a 400 e una a 800?

    Vabbè le domande sono tre… Scusami, ma anche io nel breve periodo pensavo di sostituire il mio iMac G5 con un Intel e sono un pò in ansia su come trasferire tutte le mie cose nel nuovo iMac.

    Un Saluto.

    Roberto.

  6. Basilare says

    Io ho sostituito da pochissimo un… iBook G3 con un MacBook Pro 13″ (quello col processore da 2,53 Ghz), quindi ho fatto un “salto” ancora più audace del tuo :)
    Ah, naturalmente l’iBook funzionava ancora benissimo, a parte la batteria che ha ormai esaurito i cicli di carica e che non avevo cambiato proprio in previsione del nuovo acquisto. Però la velocità è un’altra cosa, ora ho Leopard, la wireless integrata, la batteria dura molto… insomma, per ora mi trovo benissimo. E ho già installato Parallels per quei — pochissimi — programmi per i quali serve Windows.

Comments are closed.