Newton Connection for Mac OS X

Giusto quando non sembravano esserci novità di rilievo nella sempre spumeggiante comunità Newton, a Natale Simon Bell ci ha stupiti con un regalo inatteso: Newton Connection for Mac OS X. È un’applicazione che in molti speravano di veder apparire un giorno, per lo meno tutti coloro i quali volevano utilizzare Mac OS X per comunicare con il proprio Newton senza troppi impicci. Non che non fossero già apparse delle utility per installare pacchetti sul Newton mediante Mac OS X (NewTen è una di queste), ma Newton Connection ha presupposti più ambiziosi: vuole essere la versione OS X delle Newton Connection Utilities (che girano solo sotto il Mac OS classico), non limitandosi quindi alla sola installazione di pacchetti, ma abilitando le funzionalità già presenti nelle Newton Connection Utilities, nonché la preziosa funzione di sincronizzazione (non ancora implementata, ma prevista per una prossima release).

Ecco come si presenta la finestra principale del programma:

NCX

Chi ha familiarità con le Newton Connection Utilities noterà la rassomiglianza dell’interfaccia.

Il programma non è ancora in versione definitiva, non è ancora Universal Binary, è un work in progress, ma promette bene. Una volta avviato, cerca connessioni sulla porta Ethernet o su eventuali porte seriali (è pienamente compatibile con quegli adattatori USB-seriale come il Keyspan), e chi ha la fortuna di avere una scheda Ethernet PCMCIA nel proprio Newton può finalmente trasferire dati e fare backup a una velocità superiore a quella consentita dalla connessione seriale.

L’importanza di questa applicazione, se ancora non si è capito, è il fatto che non è più necessario utilizzare le Newton Connection Utilities sotto l’Ambiente Classic in Mac OS X. L’autore avverte: non essendo un programma in versione definitiva, non è privo di bug, e alcune funzionalità come la sincronizzazione fra Newton e Mac non sono ancora supportate. Se il Mac è dotato di porta IrDA o Bluetooth, l’applicazione permette di selezionare un collegamento attraverso tali porte, ma questo tipo di comunicazioni non sono ancora supportate. Il trasferimento di pacchetti e le funzioni di backup e restore, però, funzionano bene, e il programma appare tutt’altro che instabile per essere ancora una pre-beta (si dirà così? Di certo è più di un’alpha e meno di una beta).

Complimenti a Simon Bell, già autore di SimpleMail e Mail V per il Newton, e un grazie per questa bella novità. Speriamo che le funzioni tuttora mancanti vengano implementate presto: visto l’ottimo punto di partenza non credo ci sia da dubitare. Newton Connection for Mac OS X si scarica qui.

Category Mele e appunti Tags ,

About Riccardo Mori

Writer. Translator. Mac consultant. Enthusiast photographer. • If you like what I write, please consider supporting my writing by purchasing my short stories, Minigrooves or by making a donation. Thank you!