iPhone 3G: altri piccoli dettagli

TidBITS iPod & iPhone: iPhone 3G Trivia: Interessante contributo di Glenn Fleishman, che offre qualche dettaglio in più su iPhone 3G, visto che ha potuto provare brevemente un’unità durante un briefing di Apple. Visto il gran chiacchierare e il quantitativo di aria fritta (che neanche le cucine dei MacDonald’s nei giorni peggiori) che ha saturato la rete a seguito dell’annuncio di iPhone 3G, mi sono ripromesso di trattare sul mio blog solo informazioni utili e verificabili nel limite del possibile. Ho scelto questo contributo di TidBITS per questo motivo. Seguono, tradotte, le parti salienti dell’articolo.

Ho potuto provare brevemente un iPhone 3G durante un briefing di Apple, e devo dire che è molto più maneggevole dell’iPhone originale, che ho posseduto sin dal primo giorno in cui fu venduto. Il retro in materiale plastico ha un buon feeling al tocco, ed è ovvio che sarà più resistente a graffi e urti. (Il retro in alluminio del mio vecchio iPhone presenta un’ammaccatura a seguito di una brutta caduta, e il telefono appare un po’ logoro). […]

iPhone 3G appare decisamente più veloce in tutto: non è chiaro se ciò dipenda dal software 2.0 che ottimizza il telefono, o da un processore più veloce. Apple non ha voluto parlare di velocità del processore.

Durante il briefing, Greg “Joz” Jozwiak, direttore del marketing di iPhone e iPod, mi ha passato — con discrezione e senza proferire parola — un piccolo oggetto di plastica e metallo. L’ho messo nella mia mano e ho pensato “Hmm, due sporgenze metalliche da una parte… è una spina elettrica. Uno slot dall’altra… sembra una porta USB. […] Un alimentatore, il più piccolo che abbia mai visto”. [Vedere foto alla pagina originale dell’articolo]

[…] Jozwiak ha detto che, malgrado la fotocamera sia sostanzialmente la stessa del primo iPhone, sono state migliorate la gestione e l’elaborazione delle immagini, e la presenza del chip GPS consentirà il geotagging delle foto, ossia verranno contrassegnate da coordinate di latitudine e longitudine.

Utilizzando metadati fotografici standard, il caricamento di un’immagine ‘geotagged’ permette ai servizi che supportano il tracciamento basato sulla posizione di inserire la foto in una mappa. Flickr non è stato il primo a introdurre il supporto per il geotagging, ma è sicuramente uno dei servizi più notevoli.

Ho anche ricavato alcuni dettagli su come il GPS funzionerà sia in rapporto alla vita della batteria, sia per quanto riguarda la privacy. Un GPS può essere pericoloso: e se una persona non vuole che sia tracciata la posizione in cui si trova? Inoltre tale funzionalità può essere deleteria per la durata della batteria. Jozwiak ha detto che la funzione GPS è attiva solo quando l’utente la sta utilizzando: ciò fa parte della scelta di non avere processi in background, così da poter conservare batteria e funzionalità.

Quando usiamo l’applicazione Mappe, saremo in grado di scegliere se attivare o meno le funzioni di localizzazione e tracciamento GPS. Allo stesso modo, se un programma vuole utilizzare la funzionalità Core Location, iPhone (qualsiasi modello) chiederà la nostra autorizzazione. Core Location utilizza il tracciamento GPS, Wi-Fi, e mediante torri cellulari. (Fra l’altro, non sono sicuro che i percorsi GPS possano essere trasferiti da iPhone, o se sia possibile soltanto osservare i percorsi come ha mostrato Jobs durante la demo, ossia all’interno dell’applicazione Mappe). […] 

Category Mele e appunti Tags

About Riccardo Mori

Writer. Translator. Mac consultant. Enthusiast photographer. • If you like what I write, please consider supporting my writing by purchasing my short stories, Minigrooves or by making a donation. Thank you!