Leopard: diario di bordo (25)

Stavo leggiucchiando Low End Mac, uno dei miei siti Mac preferiti e fonte inesauribile di informazioni e risorse per quanto riguarda i “vecchi” Mac, e mi sono imbattuto in un articolo interessante di Dylan McDermond, che ho pensato di tradurre e pubblicare qui. L’articolo spiega come installare Leopard sui Mac G4 con velocità di clock inferiore a 867 MHz, senza dover modificare l’Installer di Leopard né usare la modalità Target Disk. Anticipo che ci sarà da scrivere stringhe di testo molto precise: se siete incerti sui caratteri mostrati nel mio blog, seguite il link all’articolo originale per sicurezza.

Ecco la traduzione delle parti salienti dell’articolo:

Il sistema più semplice per installare Leopard su Mac G4 non supportati (con velocità inferiori a 867 MHz) è quello di “falsificare” la velocità del clock in Open Firmware prima dell’installazione. In questo modo, Open Firmware comunicherà a Mac OS X, per tutta la durata della sessione fino al riavvio, che il G4 è sufficientemente veloce da poter supportare Leopard. Ciò permetterà di eseguire un’installazione di Leopard ‘normale’, senza dover ricorrere a hack dell’Installer e senza utilizzare la modalità Target Disk. Tuttavia, il requisito dei 512 MB di RAM minimi è imprescindibile.

I passi da compiere sono i seguenti:

1. Riavviare il Mac tenendo premuti i tasti Mela-Opz-O-F (la lettera O, non lo zero), finché non apparirà una schermata bianca con del testo in nero: si tratta del prompt dei comandi di Open Firmware.

2. Inserire il DVD di installazione di Mac OS X Leopard.

3. Al prompt di Open Firmware, inserire le righe seguenti esattamente come mostrato. Attenzione a lettere maiuscole, spazi, zeri, eccetera. Se il comando viene immesso e riconosciuto correttamente, Open Firmware risponderà con “ok” alla fine di ogni riga dopo che si sarà battuto il tasto Invio. Le righe che seguono dicono a Open Firmware di riferire a Mac OS X che il Mac in uso ha un processore G4 a 867 MHz. Poi lasciano proseguire il boot da DVD.

Per sistemi monoprocessore, si inseriscano queste tre righe:

dev /cpus/PowerPC,G4@0
d# 867000000 encode-int ” clock-frequency” property
boot cd:,:tbxi

Per sistemi biprocessore, si inseriscano queste cinque righe:

dev /cpus/PowerPC,G4@0
d# 867000000 encode-int ” clock-frequency” property
dev /cpus/PowerPC,G4@1
d# 867000000 encode-int ” clock-frequency” property
boot cd:,:tbxi

4. Proseguire l’installazione normalmente.

5. Questa impostazione della CPU è in vigore soltanto fino al riavvio. Una volta che Leopard è installato e il Mac si è riavviato, la velocità di clock corretta tornerà a essere visualizzata nella finestra “Informazioni su questo Mac” richiamabile dal menu Mela.

Per ora non ho provato a servirmi di questo trucco per installare Leopard su una macchina non supportata. Contavo di aggiornare il mio TiBook a 500 MHz presto, ma per ora devo lasciargli installato Mac OS X 10.4.11. Quando verrà il momento, userò questo espediente, anche se sono sempre restio a mettere le mani in Open Firmware. Saprò dire.

Category Mele e appunti Tags ,

About Riccardo Mori

Writer. Translator. Mac consultant. Enthusiast photographer. • If you like what I write, please consider supporting my writing by purchasing my short stories, Minigrooves or by making a donation. Thank you!