300

No, non è una recensione tardiva del film basato sulla graphic novel di Frank Miller. Nel mio caso i 300 spartani sono dei file di testo che, nel loro attraversamento delle Termopili (da Mac a chiavetta USB) sono stati un interessante oggetto di studio per un benchmark del tutto empirico.

La prima copia avviene da PowerBook G4 a chiavetta USB. Il PowerBook ha porte USB 2.0. I trecento file sono in media da 100 KB l’uno, per un totale di poco più di 30 MB. La copia impiega più di quattro minuti.

La seconda copia avviene da chiavetta USB a iBook G3, che ha una porta USB 1.1. La copia impiega sì e no due minuti. Non essendo certo di quel che ho visto, dopo aver aggiornato alcuni dei file su iBook, faccio nuovamente un trasferimento da iBook a chiavetta, e siamo sempre intorno ai due minuti per la copia.

Insomma, nominalmente la USB 2.0 dovrebbe essere più veloce della USB 1.1, ma quest’ultima si rivela più efficiente quando i file sono molti e di piccole dimensioni. In tutte le altre situazioni non c’è partita. Lo so, ho scoperto l’acqua calda forse, ma era un dettaglio a cui non avevo mai fatto caso ‘sul campo’.

Visto che ho tirato in ballo il film, leggo con interesse nella sezione “Curiosità” dell’Internet Movie database che:

La post-produzione è durata quasi un anno. Il film è stato editato su un Avid, con una parte in HD mantenuta anche in Final Cut Pro. Il 3D è stato realizzato con Maya, XSI e Lightwave. I compositi in 2D sono stati realizzati con Shake, Inferno, Fusion e Combustion. I produttori preferiscono Macintosh, tuttavia ampie sezioni del film sono state create con Linux. La gestione delle risorse è stata effettuata da software scritto appositamente nell’ambiente di sviluppo Panorama, creato da Provue. La gestione del colore è stata effettuata dal software Truelight. Il film è stato scansionato con uno scanner Northlight e registrato su Arrilaser. La maggior parte del film è stata girata ad alta velocità, tra i 50 e i 150 fps (di solito si gira a 24 fps). Il film è stato riversato su nastro HD SR e quicktime, e spezzoni quicktime in HD sono stati la base per le anteprime in HD. La risoluzione è 2K, con un rapporto di formato di 2.11:1 e un rapporto di formato proiettato di 2.39:1.

Category Mele e appunti Tags

About Riccardo Mori

Writer. Translator. Mac consultant. Enthusiast photographer. • If you like what I write, please consider supporting my writing by purchasing my short stories, Minigrooves or by making a donation. Thank you!