Quartz Extreme ma non troppo

Probabilmente il mio articolo di ieri, sullo stato dei client di posta elettronica, si è un po’ perso nel marasma dovuto all’uscita dei nuovi Mac, ma ci terrei davvero a conoscere la vostra esperienza e opinione in merito.

Oggi invece mi va di ribadire quanto siano frustranti certe ‘innovazioni’ di Safari 4 Beta.

topsites

(Ho effettuato modifiche via Terminale per riavere l’interfaccia di Safari 3).

Top Sites è una bella idea, davvero, e l’implementazione carina, davvero, ma in questo stato è inservibile. Mi rendo conto che è più un problema mio, ossia del mio povero PowerBook G4, che ha la sfortuna di avere una scheda grafica che si trova giusto al confine tra il bene e il male. NVIDIA GeForce FX Go5200, 32 MB di RAM video, una scheda 8x AGP montata su una connessione 4x. Sulla carta la scheda supporta Quartz Extreme — lo si nota da certi dettagli, come l’attivazione di un widget in Dashboard, che avviene con il classico effetto d’acqua (se la scheda non supportasse Quartz Extreme non si vedrebbe). All’atto pratico lo supporta abbastanza. Abbastanza per fare certe cose, ma non abbastanza per farne altre. Quando installai Leopard la prima volta, il fatto che la barra dei menu fosse solida era per me normale. Ma in tutte le schermate che avevo visto sul Web la barra era trasparente. Discussi questa piccola stranezza con John Gruber, e la nostra ipotesi (presto confermata) era che si trattasse di una limitazione della scheda grafica, appunto abbastanza potente ma non da abilitare di default alcuni effetti.

Alla pagina del download di Safari 4, si dice che i requisiti per le funzioni Top Sites e CoverFlow in Safari richiedono una scheda grafica che supporti Quartz Extreme. C’è pure un rimando a una brevissima nota tecnica che dice Se Top Sites e Cover Flow non funzionano in Safari 4 Public Beta, assicurarsi che la propria scheda video supporti Quartz Extreme (Mac OS X) o DirectX 9 (Microsoft Windows).

Quando si ha una scheda come la mia, che supporta-ma-non-abbastanza, Top Sites e CoverFlow funzionano, ma non bene. Nella schermata è possibile vedere Top Sites sul mio PowerBook in una bella giornata. Le aberrazioni grafiche che vedete sono ancora poche. Altre volte la situazione è anche peggiore. Dopo aver catturato la schermata, ho premuto F11 per visualizzare la scrivania e l’interfaccia grafica dell’intero sistema ha cominciato a non rispondere in modo reattivo. Tutti i comandi legati a Exposé e Spaces reagivano con mezzo minuto di ritardo. Ho dovuto chiudere la finestra di Top Sites per risolvere.

Quel che mi piacerebbe fosse implementato (e ho mandato feedback ad Apple) è un comportamento analogo a quanto visto per la barra dei menu: se il sistema grafico non ha risorse sufficienti, fare un passo indietro per rendere la funzione utilizzabile, magari eliminando gli effetti speciali e offrendo un Top Sites spartano, bidimensionale. Invece mi tocca disattivarlo. E tenere CoverFlow al minimo (peraltro non vengono caricate le anteprime e la maggior parte dei miei bookmark vengono visualizzati con segnaposti, vanificando lo scopo primario di CoverFlow — ma su questo mi riservo di indagare più a fondo).

Category Mele e appunti Tags

About Riccardo Mori

Writer. Translator. Mac consultant. Enthusiast photographer. • If you like what I write, please consider supporting my writing by purchasing my short stories, Minigrooves or by making a donation. Thank you!