iPhone OS 3.0: lista dei desideri

Come saprete, Apple ha organizzato un evento a inviti per domani, 17 marzo, allo scopo di offrire un’anteprima della nuova versione del sistema operativo di iPhone, la 3.0. Macworld.com ha pubblicato un articolo di opinione di una certa Melissa Perenson originariamente apparso nel blog Today @ PCWorld di PCWorld.com. In quell’articolo, l’autrice formula un’ipotesi: che probabilmente l’importanza di questo evento non è legata strettamente a un aggiornamento del software di iPhone, ma che possa essere il segnale dell’arrivo, in un futuro molto prossimo, di un nuovo dispositivo portatile Apple, una sorta di — cito — gadget che sia un assistente mobile / dispositivo per Internet / mini-portatile. E poi si sbizzarrisce immaginando il possibile aspetto di un tale dispositivo, dice che potrebbe essere un rivale diretto del Kindle 2 di Amazon. Eccetera eccetera.

Detto fra noi: a me sembra il classico articolo-fuffa per attirare commenti e stimolare la discussione. Che Apple stia progettando un Tablet è rumour caro a molti, e le ultime speculazioni lo danno come un dispositivo paragonabile a un grosso iPod touch e privo di tastiera fisica. Conto di tornare a breve sull’argomento con un articolo tutto dedicato, considerazioni di interfaccia incluse. Adesso voglio riportare l’attenzione su questa anteprima dell’iPhone OS 3.0 che si terrà domani nel Campus di Apple a Cupertino.

Quando Apple organizza cose del genere, è facile lasciare che la fantasia si scateni: ricordo il chiacchiericcio alla vigilia dell’evento dello scorso ottobre dedicato ai portatili. Lessi le previsioni più folli. Poi le novità non mi hanno deluso, ma sono state di certo molto meno fantascientifiche di tanti rumour campati per aria. Detto questo, sono molto incuriosito da ciò che Apple tirerà fuori dal cappello domani. Il fatto stesso che la versione sia 3.0 e non 2.3 lascia intendere che le migliorie e le novità saranno consistenti, e che non sarà soltanto il classico aggiornamento tappa-bug e di rifinitura. Che cosa apparirà? Purtroppo, a differenza del gioco della Settimana Enigmistica, con Apple non basta unire i punti per ottenere la soluzione.

Per questo, più che buttarmi in previsioni, provo a fare un elenco di quel che mi piacerebbe trovare nella nuova versione dell’iPhone OS. Non in ordine di importanza:

1. Una cosa gradita sarebbe la possibilità di personalizzare l’interfaccia di iPhone con temi, sfondi e icone ad hoc. Sembra una sciocchezza, ma in fin dei conti iPhone è un oggetto estremamente personale e mi pare un po’ sciocco che il livello di personalizzazione sia limitato a scegliere uno sfondo (visibile solo all’accensione e allo sblocco del dispositivo) e a come disporre le icone delle applicazioni sullo schermo; così come mi pare sciocco dover fare un jailbreaking di iPhone solo per avere questa funzionalità. (Sì, chi ha un iPhone o iPod touch jailbroken può personalizzarne l’aspetto, e molti artisti e designer hanno già prodotto un sacco di temi e icone all’uopo — è sufficiente fare un giro su MacThemes, magari partendo da qui per rendersene conto. Louie Mantia ha realizzato vari set di icone per iPhone. La mia serie preferita è Reinassance).

2. Il copia/incolla. Lo aggiungo un po’ oziosamente perché, ci si creda o no, non ne ho sentito particolarmente la mancanza finora. Dipende di certo da come utilizzo iPhone. Ma è di indubbia utilità, ed è comodo poter selezionare blocchi di testo anche solo per poterli eliminare, come mi capita quando rispondo a un’email e voglio eliminare le sezioni di testo dell’email originaria che non serve citare.

3. Un Bluetooth senza limitazioni. Anche qui, non ho sentito molto la mancanza del Bluetooth finora, perché per scambiare dati con il Mac ho sempre usato il Wi-Fi unitamente ad applicazioni come Air Sharing e Briefcase. Ma non sarebbe malvagio poter accoppiare iPhone a una tastiera wireless, magari proprio con la nuova, compatta Apple Wireless Keyboard. Oppure poter accoppiare iPhone con un altro cellulare per un rapido scambio di dati (foto, file audio).

4. Il potenziamento di alcune applicazioni di serie, in primis quella dedicata alla gestione degli SMS. Mi piacerebbe più flessibilità, come il poter cancellare singoli SMS senza dover essere costretto a cancellare un’intera ‘conversazione’, o il poter inoltrare un messaggio. In MobileMail vorrei la possibilità di selezionare una serie di messaggi e contrassegnarli come letti (al momento le opzioni sono soltanto due: eliminare e spostare). Per quanto riguarda la fotocamera forse non guasterebbe un temporizzatore, che permettesse di scattare foto con un ritardo regolabile dall’utente, questo per evitare foto mosse e per posizionare meglio iPhone verso il soggetto da fotografare (per esempio se stessi).

5. La risoluzione di certe lievi incongruenze dell’interfaccia. Esempio: la possibilità di accettare o rifiutare una chiamata cambia a seconda che iPhone sia in stop o sbloccato. Se è in stop e riceviamo una chiamata, possiamo soltanto rispondere (spostare lo slider virtuale per sbloccare + rispondere); se è già sbloccato e riceviamo una telefonata vengono proposti due pulsanti, uno per rispondere (verde) e uno per rifiutare (rosso). Se vogliamo rifiutare una chiamata in arrivo con iPhone in stop dobbiamo per forza rispondere e riattaccare — un gesto in più e una scomodità maggiore. Comprendo il compromesso di design: lo slider serve per evitare che, all’arrivo di una chiamata con iPhone in stop, si prema inavvertitamente il pulsante sbagliato e si chiuda la comunicazione quando invece vogliamo rispondere. Di fatto i due distinti comportamenti non mi piacciono. Basterebbe mettere due slider, come quando vogliamo spegnere iPhone: uno in basso per accettare la chiamata, con sfondo verde; uno in alto per rifiutare, con sfondo rosso.

6. Sincronizzazione potenziata (esempio: le note in Mail.app con le Note in iPhone).

7. Possibilità di utilizzare messaggi email con la tastiera in orientamento orizzontale. MobileMail dovrebbe davvero comportarsi come MobileSafari.

Queste sono le prime cose che mi sovvengono, ci può essere altro. Sono sicuro che Apple introdurrà novità che magari neanche ci si aspetta e poi tutti a dire Mai più senza. Per curiosità, qual è la vostra lista dei desideri per il nuovo iPhone OS 3.0? (A parte gli MMS, uah uah).


[Aggiornamento: Nel frattempo, MacRumors pubblica un post in cui si descrive come dovrebbe funzionare il copia/incolla nell’iPhone OS 3.0 prossimo venturo:

Secondo [Kevin] Rose, per entrare in modalità copia/incolla, basta fare doppio tap sulla parola, e apparirà una sorta di lente di ingrandimento [presumo simile a quella che appare quando si vuole posizionare il cursore con precisione in un punto del testo, N.d.RM] con due virgolette, che sarà possibile trascinare sul testo da selezionare. Fatta la selezione, si potrà copiare, incollare o tagliare. In passato Rose è stato molto accurato in merito ai dettagli delle revisioni dei prodotti Apple. Abbiamo anche sentito che, oltre al copia/incolla, nell’iPhone OS 3.0 troveremo una pagina home migliorata con la possibilità di organizzare i contenuti per categorie.

E John Gruber, linkando MacRumors, aggiunge:

Non so quanto sia corretta questa descrizione del procedimento di copia/incolla, ma dalle voci che mi sono giunte pare che il copia/incolla sarà uno dei punti forti dell’annuncio di domani.

In genere Gruber è a sua volta una buona fonte, per cui direi che troveremo il copia/incolla al 99,8% nella prossima versione del software di iPhone.]

Category Mele e appunti Tags ,

About Riccardo Mori

Writer. Translator. Mac consultant. Enthusiast photographer. • If you like what I write, please consider supporting my writing by purchasing my short stories, Minigrooves or by making a donation. Thank you!