Ufficio complicazioni affari semplici (2)

Mele e appunti

Seguito del post di ieri, ecco come è finita la vicenda. Una volta introdotto il codice per scaricare legalmente la copia digitale de Il Cavaliere Oscuro, sono partiti due download. La finestra di dialogo mi informava che il download più grande (un file da 2,1 GB) era destinato per la visione su PC, avendo una maggiore qualità e definizione; mentre il file video più piccolo (da 625 MB) era destinato alla visione su dispositivi portatili.

Bene, ultimati gli scaricamenti, ecco accadere quel che immaginavo. Si tratta di due file WMV protetti da PlayForSure, che possono essere visti soltanto sul PC su cui sono stati scaricati. Ogni volta che si fa doppio clic su uno di essi, si apre Windows Media Player con una finestra in cui chiede l’introduzione del codice. Copiando i file sull’altro PC di Carmen e inserendo il codice, appare un avviso che dice sostanzialmente che ‘si è raggiunta la quota massima di licenze’, e propone di uscire da Windows Media Player come unica opzione.

Ora, passi questo comportamento per il file ad alta qualità da vedere sul PC. Ma che senso ha riservare lo stesso trattamento anche per il file a bassa qualità ‘destinato alla visione su dispositivi portatili’? Come si fa a vedere il film su un dispositivo portatile se la visione del filmato non parte perché è stato copiato altrove e non si trova sul PC originale? Che senso ha far scaricare due versioni che, allo stato delle cose, posso soltanto vedere su un computer?

Ma sì, una spiegazione può essere che viene data la possibilità di scaricare due file di diverse dimensioni e qualità per poi riprodurre quello più adatto alla potenza del PC. Per cui se uno ha un netbook o un Pentium-baracchino aprirà il file più piccolo. Però potrebbero fornire una maggiore flessibilità nelle scelte iniziali, e offrire la possibilità di vederlo almeno su un’altra macchina. Basterebbe utilizzare un sistema di autorizzazione dei computer come fa iTunes.

Alla fine risulta più pratico guardarsi il film in DVD o in Blu-Ray…

The Author

Writer. Translator. Mac consultant. Enthusiast photographer. • If you like what I write, please consider supporting my writing by purchasing my short stories, Minigrooves or by making a donation. Thank you!

6 Comments

  1. claudio says

    E’ il risultato che volevano ottenere.….…… E resta comunque una gran porcheria.

  2. E c’è chi critica/criticava i DRM di Apple, che permettevano l’utilizzo su 5 macchine differenti e la masterizzazione di 5 copie!! ^_^

  3. La consolazione è che moriranno tutti appena iTunes permetterà l’accesso legale ai Film. Speriamo si diano una mossa in Apple.

Comments are closed.