Piccole applicazioni crescono (1)

Tweetie per Mac, a una ventina di giorni dalla sua uscita, ha già visto quattro piccoli aggiornamenti (1.0.1, 1.0.2, 1.1, 1.1.1) e molte cose sono state migliorate nel salto dalla versione 1.0.2 alla 1.1. Questo l’elenco delle novità e dei fix della versione 1.1.1, la più recente al momento:

  • Preferenze per le notifiche separate per account — Come si può vedere dalla figura, adesso è possibile regolare le impostazioni per le notifiche in maniera differente a seconda dell’account. Per ogni account si può dire a Tweetie come segnalare l’arrivo di nuovi tweet / risposte / messaggi diretti, se attivare la notifica nell’icona del Dock o nell’icona nella barra dei menu, o via Growl.
  • tweetie111-1.png

     

  • Supporto di Growl.
  • Possibilità di salvare le ricerche.
  • Aggiunta del comando ‘Mark all as read’ (Contrassegna tutti i tweet come letti) — Un’aggiunta per me fondamentale, e per di più la scorciatoia da tastiera è la stessa di Twitterrific, ⌘-K. Nel mio precedente articolo su Tweetie scrivevo:

    Solo che, anche quando si sono letti tutti i messaggi nuovi, gli indicatori rimangono presenti (i pallini sulle icone e lo stato ‘blu’ dell’icona nella barra dei menu) e non si capisce bene che cosa bisogna fare affinché segnalino correttamente l’avvenuta lettura di tutti i tweet.

    Ora anche questo inconveniente sembra risolto, e una volta letti tutti i nuovi tweet, le icone spariscono o si ‘spengono’ come dovrebbero.

  • Aggiornamento automatico dei trend di Twitter.
  • Aggiunta alternativa per la sintassi dei retweet — Malgrado la stragrande maggioranza degli utenti, per citare un tweet altrui, utilizzi la sintassi RT @nomeutente: [messaggio], Tweetie aveva come unica forma di retweet automatico la sintassi [messaggio] (via @username), meno usata. Ora è possibile scegliere fra le due.
  • Migliorata la gestione degli errori.
  • Ritoccata la visualizzazione dei tweet.
  • 64 bit (ottimizzato per Snow Leopard).
  • Rilevamento dei link che iniziano con ‘www.’
  • Migliorato il supporto per i link con parentesi.
  • Sistemati i link in stile $AAPL.
  • Aggiunto il supporto dei servizi img.ly e pix.im per caricare foto.
  • Ora viene ricordata l’ultima sezione selezionata per ogni account — Ovvero: se mi trovo nell’Account 1 e faccio clic sull’icona ‘@’ per visualizzare tutte le risposte e le menzioni, e poi passo all’Account 2 e visualizzo tutti i tweet selezionando l’icona a fumetto, quando ripasso all’Account 1 ritornerò all’ultima visualizzazione precedentemente selezionata (in questo caso le risposte).
  • Aggiunto autocompletamento quando si seleziona il comando ‘Go to User’ — Per vedere rapidamente i tweet di una delle persone che seguiamo, è possibile scegliere Twitter > Go to User (⌘-U). Adesso nel campo di testo basta iniziare a scrivere le prime lettere del nome utente e Tweetie lo completerà automaticamente.
  • Migliorata l’interfaccia utente per i messaggi diretti.
  • Aggiornato per l’utilizzo delle API di Twitter più recenti.
  • Aggiunti tooltip che mostrano le scorciatoie da tastiera nella finestra di composizione messaggio — Appaiono spostando il cursore sugli elementi dell’interfaccia: i due menu a discesa e il pulsante Post per inviare il messaggio. Personalmente trovo abbastanza comoda la (nuova?) scorciatoria ⌘-↩ [Comando-Invio, se non vedete i simboli].
  • Migliorata la gestione della finestra dopo l’invio di un messaggio.
  • Aggiunta l’opzione per disabilitare l’icona nella barra dei menu — Piacerà a molti, così come il supporto per Growl.
  •  

    In più, la versione 1.1.1 incorpora i seguenti fix:

  • Sistemata la visualizzazione errata del badge nell’icona del Dock — Ora Tweetie notifica l’arrivo di nuovi tweet (se attiviamo l’opzione apposita) aggiungendo un bollino rosso (badge) nell’angolo superiore destro dell’icona dell’applicazione nel Dock. Però mi sembrerebbe opportuno che in quel bollino venisse anche specificato il numero dei tweet non letti, proprio come fa l’icona di Mail. O forse è già così e io vedo solo il bollino? Visto che l’autore menziona ‘problemi’ su certi Mac con processore PPC, chi ha Tweetie su un Mac Intel può dirmi come vede il bollino rosso? Sono curioso.
  • Sistemate le ricerche salvate che non venivano registrate per alcuni utenti.
  • Sistemati alcuni problemi su Mac con processore PPC.
  •  

    Ho acquistato Tweetie prima del 4 maggio, approfittando dello sconto promozionale, e sono molto soddisfatto dell’acquisto. Dal rapido susseguirsi di aggiornamenti e dal tipo di modifiche effettuate, è chiaro che l’autore Loren Brichter (@atebits e @Tweetie su Twitter) è molto attento al feedback degli utenti.

    Category Mele e appunti Tags ,

    About Riccardo Mori

    Writer. Translator. Mac consultant. Enthusiast photographer. • If you like what I write, please consider supporting my writing by purchasing my short stories, Minigrooves or by making a donation. Thank you!