Xee

Mele e appunti

Più che recensione, una veloce segnalazione per Xee, un’applicazione molto ben fatta, ‘tascabile’ e veloce. È una creazione di Dag Ågren, lo stesso autore di The Unarchiver, utility per decomprimere svariati tipi di archivi compressi.

Xee è essenzialmente un visore di immagini. È molto utile per passare in rassegna cartelle piene di immagini e fotografie, e per apportare quei ritocchi minimi senza scomodare applicazioni più grandi e sofisticate. La descrizione del programma fornita dall’autore mi ruba le parole di bocca e in estrema sintesi elenca le ragioni fondamentali che mi hanno spinto a provare Xee e a preferirlo ad Anteprima, a Graphic Converter, e anche ad alcuni plug-in installati nei menu contestuali per la visualizzazione di immagini: [Xee] è molto veloce e utilizza meno memoria rispetto a molti altri visori di immagini. Inoltre si serve di OpenGL per visualizzare e scorrere le immagini in maniera più fluida di altre applicazioni simili. L’interfaccia è semplice ed efficace e vengono supportate scorciatoie da tastiera facilmente configurabili.

 

La finestra principale di Xee. Mi piace molto come è stata organizzata la barra di stato nella parte inferiore. Malgrado lo spazio ridotto, sono presenti numerose informazioni.

La finestra principale di Xee. Mi piace molto come è stata organizzata la barra di stato nella parte inferiore. Malgrado lo spazio ridotto, sono presenti numerose informazioni.

Una funzione che trovo assai comoda di Xee è la sua capacità di muoversi all’interno di una cartella di immagini a partire da qualsiasi immagine io abbia scelto di visualizzare. Nella figura si può vedere dalla barra di stato che la prima icona a sinistra riporta ‘6/29’, cioè il sesto di ventinove file. Da qui posso passare al quinto o al settimo semplicemente premendo i pulsanti Avanti e Indietro nella barra degli strumenti (i primi due in alto a sinistra), e quindi proseguire passando in rassegna tutte le immagini senza uscire dal programma o passare al Finder. Poi, oltre alla possibilità di ruotare o ritagliare file JPG senza perdita di informazioni, mostrare una grande quantità di informazioni EXIF per le foto digitali, poter copiare spostare rinominare cancellare un’immagine con rapidità e dall’interno di Xee, un’altra funzione che trovo molto utile è la possibilità di visualizzare immagini contenute in archivi compressi. Per ottenere tale funzionalità occorre aver installato anche The Unarchiver — in questo modo, Xee è in grado di leggere in archivi quali Zip, Rar, 7-Zip, Lzh e StuffIt (supportati anche i formati CBZ e CBR).

Xee è freeware. (Se piace e si vuole contribuire, l’autore accetta donazioni). È un’applicazione leggera (meno di 4 MB), con un’ottima interfaccia, e che fa bene il suo lavoro. Merita senz’altro di essere provata. Serve Mac OS X 10.4 o superiore. Chi volesse usarla su un Mac più datato e su cui gira Mac OS X 10.3 Panther, dovrà scaricare la versione 1.2.1. L’unico dettaglio che non mi piace, confesso, è l’icona del programma.

The Author

Writer. Translator. Mac consultant. Enthusiast photographer. • If you like what I write, please consider supporting my writing by purchasing my short stories, Minigrooves or by making a donation. Thank you!

1 Comment

  1. Xanderoby says

    Concordo in toto.
    Usato per molto tempo, prima di diventar QuickLook-dipendente.
    Se fosse più integrato col resto del sistema potrebbe benissimo soppiantare Anteprima.
    A Cupertino dovrebbero farci un pensierino: assumere lo sviluppatore, integrar Xee al posto di Anteprima, mantenendone giusto l’icona.

Comments are closed.