iTunes 8.2 più da vicino

Qualche giorno fa Apple ha rilasciato due aggiornamenti, uno di QuickTime (7.6.2) e l’altro di iTunes. Ogni volta che esce un aggiornamento di iTunes spero sempre che venga sistemato qualcosa a livello strutturale, viste le mie piccole idiosincrasie nei confronti di questa applicazione. Le note di rilascio di iTunes 8.2 sono piuttosto vaghe (un vizio di Apple acquisito recentemente) e dicono semplicemente che adesso iTunes 8.2 supporta la versione 3.0 del software di iPhone e iPod touch — la cui uscita è davvero prossima — e che iTunes 8.2 comprende anche vari miglioramenti di accessibilità e bug fix.

Ieri iLounge ha pubblicato un ottimo articolo di Jesse David Hollington che analizza più da vicino i sottili cambiamenti presenti in iTunes 8.2, che a una prima occhiata sembra differire ben poco dalla versione 8.1.

E pare proprio che le modifiche siano tutte sotto la superficie, e che si incentrino unicamente sul supporto del software 3.0 di iPhone e iPod touch.

Come è avvenuto con le passate major release degli aggiornamenti del firmware di iPhone e iPod touch, iTunes 8.2 sarà necessario per utilizzare un iPhone o iPod touch con OS 3.0. Presumibilmente ciò sarà valido anche per le future versioni di iPhone e iPod touch.

La grande maggioranza delle nuove funzionalità di iTunes 8.2 riguardanti iPhone OS 3.0 si trovano nelle impostazioni di sincronizzazione di iPhone/iPod. E non appariranno in iTunes se non verrà rilevato un iPhone o iPod con firmware 3.0; i dispositivi con versioni del firmware precedenti interagiranno nella stessa identica maniera vista sino a iTunes 8.1.

Di seguito, un riassunto delle novità:

  • Backup criptati: iTunes 8.2 ora permette di utilizzare un semplice sistema di criptatura per i dati di iPhone/iPod touch. Il metodo di protezione si basa su una semplice password, e Apple non ha ancora pubblicato informazioni specifiche sul livello di crittografia impiegato, ma dovrebbe essere più che sufficiente per la maggioranza degli utenti. L’abilitazione del backup criptato è facoltativa.
  • Sincronizzazione di dati provenienti da più fonti: adesso iTunes 8.2 + iPhone OS 3.0 consentono di sincronizzare informazioni di contatti e calendari da più di una fonte di dati. In precedenza, se avevamo configurato iPhone per sincronizzarsi via wireless con MobileMe o Microsoft Exchange, non era possibile sincronizzare dati verso quelle applicazioni mediante iTunes. Con iTunes 8.2 e iPhone OS 3.0 ora possiamo effettuare la sincronizzazione via MobileMe e/o Microsoft Exchange e rimane possibile sincronizzare dati da altre fonti attraverso iTunes. La sezione “Info” del dispositivo mostrerà una nota che dirà per esempio che stiamo sincronizzando via MobileMe ma che è possibile scegliere di sincronizzare con il computer in locale.
  • Sincronizzazione delle note: finalmente. Anche questa opzione è visibile nella sezione “Info” quando un iPhone/iPod touch con OS 3.0 è collegato. Per gli utenti Windows la sincronizzazione delle note avverrà con Outlook, per gli utenti Mac OS X la sincronizzazione avverrà con Mail ed è necessario avere almeno Mac OS X 10.5.7 installato.
  • Supporto degli appunti vocali: fra le novità che vedremo nel nuovo iPhone OS 3.0 vi sarà un’applicazione Voice Memo per la registrazione di note e appunti vocali. Come avviene già con altri modelli di iPod che supportano la registrazione di appunti vocali, le note di Voice Memo vengono automaticamente sincronizzate dal dispositivo verso iTunes. La novità di iTunes 8.2 è che ora possiamo scegliere se sincronizzare quegli appunti registrati da iTunes verso iPhone/iPod touch. L’opzione si trova nella sezione “Musica”.

Per le immagini, rimando all’articolo originale.

Hollington aggiunge che:

Come prerequisito per l’aggiornamento di iPhone OS 3.0, è probabile che iTunes racchiuda altre tecnologie specifiche del firmware 3.0, come un nuovo sistema per l’attivazione di iPhone e nuovi framework per dispositivi mobili che supportino nuove funzioni di iPhone OS 3.0 come il tethering via USB. Queste non sono visibili all’utente finale, né vi sono impostazioni specifiche.

Infine, un’osservazione su ciò che non è ancora cambiato in iTunes:

Una notevole limitazione che molti possessori di iPhone continuano a sperare sia risolta con un aggiornamento di iTunes o di iPhone è il corretto supporto della modalità manuale. A differenza dei modelli di iPod, compreso il touch, iPhone non permette di caricare contenuti su di esso da parte di più computer, persino in modalità manuale. Impostando la modalità manuale in iPhone è possibile gestire musica e video su quell’iPhone mediante il drag and drop e il Riempimento Automatico da un computer, ma non lo si può fare su altri computer. Questa particolarità continua a sembrare un bug più di ogni altra cosa. […]

Degno di nota è però il fatto che Apple non abbia modificato tale comportamento sin da quando la modalità manuale è stata introdotta per iPhone per la prima volta con iTunes 7.6 e iPhone OS 1.1.3. Visto che ormai due major update del firmware di iPhone e uno di iTunes sono passati e non è cambiato nulla, possiamo concludere a questo punto che si tratti di una mossa intenzionale di Apple, oppure di un bug che Apple non trova particolarmente meritevole di attenzione al momento.

Category Mele e appunti Tags , ,

About Riccardo Mori

Writer. Translator. Mac consultant. Enthusiast photographer. • If you like what I write, please consider supporting my writing by purchasing my short stories, Minigrooves or by making a donation. Thank you!